5 Consigli sul Food Marketing

Il fenomeno del confezionamento di oggetti e prodotti ha assunto valori e ruoli che vanno oltre le semplici esigenze funzionali. L’estetica del prodotto è parte fondamentale della sua vendita e concorre nell’acquisto al pari della qualità, del prezzo e altri fattori che motivano i compratori.

Per questo motivo non è un aspetto che non si può sottovalutare, non riguarda solo l’estetica del prodotto e del suo Pack, ma di come esso venga comunicato al pubblico, per aumentare l’interesse e guidare la scelta d’acquisto.  Questo è un argomento che meriterebbe una lunga disquisizione, come molti altri aspetti della promozione e del packaging, ma cominciamo dal vedere qualcosa che sta alla base di tutto il lavoro di promozione finalizzato alla vendita.

1 Concentratevi sulle cose importanti

Ci sono infinite azioni e e attività che si possono intraprendere nel campo della promozione e spesso, si viene ammaliati da quelle che più vanno di “moda”. Quando si parla di promozione, il tutto oggi si concentra sul web il che non è sempre un bene. Chi siete voi? Cosa vendere? a chi lo vendete? Se vi occupate di prodotti caseari, avete un negozio di ferramenta o una piccola impresa di pulizie allora forse concentrare tutte le vostre energie, e risorse economiche, sul web potrebbe essere un errore. Vi può interessare fare le pulizie di un palazzo in un altra città? Vendereste della mozzarella a qualcuno che si trova a 300km da voi? E due chili di chiodi in Olanda? Frammentare e diversificare certe volte può essere anche più deleterio se non si è pronti e rodati. Se avete una piccola attività, forse, vi converrebbe cominciare a presentarvi e proporvi meglio in zona. Allargando il raggio di 2 km alla volta facendo in modo che molte più persone possano essere interessate ai vostri prodotti e venire ad acquistarli da voi. La promozione classica (off line) dei vostri prodotti, che siano gastronomici o di altra natura, può avere un ritorno economico maggiore rispetto a campagne effettuate sul web.

2  Imparate la tecnologia

Con i soldi tutto è molto semplice. Ma quando si è in difficolta o agli inizi, diventa difficile anche potersi appoggiare a qualcuno che possa aiutarvi a promuovervi. Usare i social e applicare le rudimentali tecniche di promozione potrebbe essere un compito che potete fare da soli. Oggi i cellulari, con infinite app, possono rendere facile creare una bella foto, metterla sui principali social e persino creare una campagna di promozione. Quindi, se non avete modo di pagare chi per voi fa questo tipo di lavoro, ritagliatevi un po’ di tempo per imparare e spratichirvi con i rudimenti della promozione on line.

 3 Crea una strategia e seguila

Qualcosa di cui non si parla mai è la pianificazione dei contenuti. Per essere presente in modo corretto sui social, dovete considerare le vostre pagine personali come una rivista. Dovete dare dei consigli, fare del gossip, raccontare una barzelletta, promuovere un vostro prodotto, parlare di un argomento slegato al vostro lavoro… in pratica dovete essere interessanti e non pensare solo a vendere o vi vedranno come i seccatori che telefonano in cerca di vendervi qualche contratto telefonico.

4  Imposta un tempo e monitora i risultati

Quando si parla di food marketing è facile lasciarsi andare  e rilassarsi. Il cibo è qualcosa che si vende da sé in quanto fa parte di quei prodotti che rientrano nella sfera dei beni primari dei quali nessuno può far a meno in quanto senza, moriremmo. Ecco quindi che essere notati è facile, sopratutto se il nostro prodotto o il nostro locale, è una novità. Bisogna però stare attenti, l’attenzione cala e l’interesse scema con sconcertante rapidità sopratutto in questa nuova era quindi è fondamentale scegliere una strategia, scegliere come seguirla e poi darsi un tempo (3 mesi, 6 mesi, 1 anno) monitorando i risultati. L’inps usa un metodo molto bello. Fa progetti a 20 anni, dei rapporti quinquennali dell’andamento del progetto, dei controlli annuali, dei check semestrali e dei rendiconti trimestrali. In pratica nulla è lasciato al caso o abbandonato per molto tempo. In questo modo si può sempre avere chiara la situazione, apportare correzioni, abbandonare le strade morte e via dicendo.

5 Effetto MASTERMIND

Le idee migliori non vengono pensando da soli, ma scambiando spunti e consigli con altre persone esperte e capaci. Sfrutta l’effetto Mastermind, frequentando altri imprenditori, seguendo le loro pagine e prendi spunto dalle idee comunicativo dei Big del tuo settore. Quello che è andato bene per loro, andrà sicuramente bene anche per te.

Cercate di metterti in gioco e non di giocare con il marketing. Mettete sempre in discussione le vostre scelte, misurale con approccio critico i risultati, cerca di trovare ogni piccolo punto di debolezza per farlo trasformare in punto di forza e se non riuscite a fare tutto questo, appoggiatevi a chi fa questo di mestiere.
Per altre informazione sul mondo del marketing e del food, leggete questo articolo.
Per saperne di più sul food e sul marketing, scaricate la nostra guida e contattateci per una consulenza gratuita!